CBD.it

CBD contro il dolore

Indholdsfortegnelse

CBD per il dolore: funziona?

Potreste aver provato diverse cose per ridurre il vostro dolore cronico: parlare con il vostro medico, andare da uno specialista, diversi farmaci, agopuntura, massaggi, terapia cognitivo-comportamentale, interventi chirurgici… l’elenco è lungo.

Ma avete mai provato il CBD? Potrebbe valere la pena di approfondire l’argomento.

In un recente studio di Forbes Health, il 60% degli adulti che utilizzano prodotti a base di CBD lo fa per gestire i livelli di dolore.

Parlate con il vostro medico

Il CBD (cannabidiolo) è una sostanza chimica presente nella pianta Cannabis sativa, altrimenti nota come cannabis o canapa, spiega WebMD.

Secondo WebMD, la pianta di Cannabis sativa contiene più di 80 sostanze chimiche.

Il THC (Delta-9-tetraidrocannabinolo) è l’ingrediente più noto della cannabis ed è quello che dà la sensazione di “sballo”, come riporta WebMD.

Ciò che rende il CBD diverso è che si ottiene dalla canapa, un tipo di pianta che contiene solo una piccola quantità di THC, come afferma WebMD.

La Mayo Clinic afferma che il CBD è tipicamente disponibile come olio, ma può essere venduto anche come estratto o liquido vaporizzato. Si possono anche vedere cibi, bevande e prodotti di bellezza infusi con CBD.

Sbloccate i benefici del CBD

Secondo la Cleveland Clinic, il dolore cronico si presenta in tutti i tipi di forme, in tutto il corpo.

Che si tratti di dolori articolari, mal di schiena, dolori neurologici o mal di testa, la convivenza con il dolore cronico può richiedere un tributo.

Ci si può chiedere se il CBD possa dare sollievo.

Poiché ci sono molte limitazioni all’uso e alla ricerca sulla cannabis, ci sono molte cose che non sappiamo sull’efficacia e sulla sicurezza del CBD, afferma Medical News Today.

La Food and Drug Administration (FDA) non ha approvato il CBD per il trattamento del dolore.

Parlate prima con il vostro medico per sapere se è utile, sicuro e quanto dovreste prenderne, consiglia Medical News Today.

Nel frattempo, ecco alcuni studi che evidenziano i benefici del CBD:

  • Artrite e dolori articolari: l’Arthritis Foundation spiega che alcune persone affette da artrite che hanno provato il CBD hanno riportato un notevole sollievo dal dolore, un miglioramento del sonno e/o una riduzione dell’ansia. La fondazione avverte però che il CBD può interagire con alcuni farmaci comunemente assunti dalle persone affette da artrite, quindi è bene parlarne con il proprio medico prima di provarlo.
  • Emicrania: l’American Migraine Foundation afferma che non ci sono abbastanza ricerche scientifiche per dire definitivamente se il CBD sia un modo efficace per trattare l’emicrania. Tuttavia, l’olio di CBD può aiutare a ridurre il dolore al collo, l’indolenzimento, la nausea e il vomito, tutti sintomi comuni associati all’emicrania, cita la fondazione.
  • Sclerosi multipla: Healthline suggerisce che i pazienti affetti da sclerosi multipla possono trarre beneficio dal CBD in quanto può aiutare a ridurre la fatica, il dolore, la spasticità e migliorare la mobilità. Ricordate di parlare con il vostro medico per esaminare le opzioni e ottenere l’approvazione prima di aggiungere il CBD alla vostra routine.

Comprendere gli effetti collaterali

Il CBD è generalmente ben tollerato, ma ci sono alcuni effetti collaterali, secondo la Mayo Clinic. Ecco un’occhiata:

  • Bocca secca
  • Diarrea
  • Riduzione dell’appetito
  • Sonnolenza
  • Stanchezza

Può anche interagire con altri farmaci assunti, come quelli che fluidificano il sangue, avverte la Mayo Clinic.

Vivere con il dolore cronico è difficile. Ma esistono trattamenti che possono aiutare. Poiché il CBD ha effetti collaterali potenzialmente inferiori rispetto ad altri antidolorifici, può valere la pena di parlarne con il proprio medico per capire se è il caso di provarlo.

Del:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Den Bedste CBD Olie

Køb 2, Betal For 1

Relaterede Artikler

CBD contro la cinetosi

La cinetosi è la rovina del viaggio. In studi recenti è stato dimostrato che il CBD per la cinetosi migliora i sintomi della cinetosi. Come

CBD contro la nausea

La cannabis contiene una serie di composti chiamati cannabinoidi. Uno di questi composti si chiama cannabidiolo (CBD). Una nuova ricerca suggerisce che il CBD può

CBD contro l’acne

Da migliaia di anni le persone utilizzano trattamenti naturali per promuovere una pelle bella e sana. Un’opzione che sta crescendo in popolarità è il cannabidiolo