CBD.it

CBD contro la nausea

Indholdsfortegnelse

La cannabis contiene una serie di composti chiamati cannabinoidi. Uno di questi composti si chiama cannabidiolo (CBD). Una nuova ricerca suggerisce che il CBD può dare sollievo da nausea e vomito.

Sebbene vi sia un certo dibattito sull’argomento, alcuni sostengono che il CBD aiuti a contrastare la nausea. La maggior parte delle ricerche disponibili sul CBD e la nausea si concentra sui benefici per le persone affette da cancro.

Sebbene la ricerca attuale sia limitata, alcuni esperti ritengono che il CBD possa apportare benefici a una serie di sintomi derivanti da varie condizioni, tra cui nausea, dolore e ansia.

Il CBD non provoca lo “sballo” che molti associano alla cannabis. Il tetraidrocannabinolo (THC), un altro cannabinoide della pianta di Cannabis sativa, è responsabile di questo fenomeno.

Questo articolo esamina le ricerche disponibili sul CBD per la nausea, esamina i possibili effetti collaterali e fornisce un elenco di prodotti consigliati.

Il CBD funziona contro la nausea?

La ricerca sull’uso del CBD per la nausea è limitata. La maggior parte della letteratura scientifica sul CBD e la nausea riguarda persone affette da cancro.

Le persone affette da cancro possono manifestare nausea e vomito. Ciò è spesso dovuto agli effetti collaterali della chemioterapia.

Una ricerca sugli animali del 2011 suggerisce che il CBD può aiutare a contrastare la nausea grazie alla sua interazione con i recettori della serotonina. La serotonina è un ormone che influenza il benessere, l’umore e il comportamento.

Tuttavia, i ricercatori concludono anche che il THC ha maggiori probabilità di ridurre la nausea e il vomito rispetto al CBD.

Nausea indotta da chemioterapia

Un piccolo studio di Trusted Source del 2016 ha rilevato che le persone con nausea dovuta alla chemioterapia hanno trovato sollievo dopo aver assunto il Sativex, un farmaco contenente CBD e THC.

I partecipanti hanno riscontrato che il Sativex ha avuto un impatto più significativo sui sintomi rispetto ad altri trattamenti antiemetici. La Food and Drug Administration (FDA) non ha approvato il Sativex negli Stati Uniti.

L’American Cancer Society indica i cannabinoidi come opzione terapeutica per la nausea e il vomito indotti dalla chemioterapia quando altri trattamenti falliscono. Spiegano che i cannabinoidi possono anche aiutare a stimolare l’appetito nelle persone affette da cancro.

Le persone dovrebbero parlare con un medico o un operatore sanitario prima di provare trattamenti alternativi, compreso il CBD.

Rischi ed effetti collaterali

Alcuni potenziali effetti collaterali del CBD per la nausea includono:

  • variazioni dell’appetito
  • vertigini
  • diarrea
  • sedazione

Le ricerche disponibili suggeriscono che l’uso del CBD è sicuro nel breve periodo. Tuttavia, le informazioni sugli effetti collaterali a lungo termine sono scarse.

Rimedi alternativi per la nausea

L’American Cancer Society afferma che gli antiemetici sono il trattamento più comune per la nausea e il vomito nelle persone affette da cancro.

I trattamenti alternativi per la nausea e il vomito comprendono:

  • ipnosi
  • tecniche di rilassamento, come l’immaginazione guidata
  • biofeedback
  • agopuntura
  • agopressione
  • musicoterapia

Le strategie per controllare la nausea e il vomito a casa includono:

  • mangiare cibi appetibili ed evitare quelli che scatenano la nausea
  • fare spesso uno spuntino durante la giornata per aiutare a calmare lo stomaco
  • non saltare i pasti
  • mangiare prima del trattamento chemioterapico
  • idratante per tutto il giorno
  • mangiare cibo noioso
  • evitare gli alimenti ricchi di zuccheri e grassi
  • tecniche di respirazione

Conclusione

Alcuni studi indicano un potenziale legame tra il CBD e il sollievo dalla nausea.

Rapporti aneddotici indicano anche che il CBD può essere utile per la nausea nelle persone sottoposte a chemioterapia.

Tuttavia, le prove attuali sono limitate.

Attualmente, l’unico farmaco a base di CBD approvato dalla Federal Drug Administration (FDATrusted Source) è Epidiolex. Epidiolex aiuta a ridurre le crisi in persone affette da forme rare di epilessia.

Gli studi sul CBD e la nausea sono ancora in fase iniziale. I ricercatori devono fare di più per stabilire se il CBD sia un trattamento efficace per la nausea.

Del:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Den Bedste CBD Olie

Køb 2, Betal For 1

Relaterede Artikler

CBD contro la cinetosi

La cinetosi è la rovina del viaggio. In studi recenti è stato dimostrato che il CBD per la cinetosi migliora i sintomi della cinetosi. Come

CBD contro la nausea

La cannabis contiene una serie di composti chiamati cannabinoidi. Uno di questi composti si chiama cannabidiolo (CBD). Una nuova ricerca suggerisce che il CBD può

CBD contro l’acne

Da migliaia di anni le persone utilizzano trattamenti naturali per promuovere una pelle bella e sana. Un’opzione che sta crescendo in popolarità è il cannabidiolo